Zur Navigation | Zum Inhalt
Quaroni in Movimento
Il ddl 733... in breve
Approfondimenti - Normativa
Giovedì 29 Gennaio 2009 22:46

Qui di seguito riportiamo un sunto del ddl 733, il pacchetto sicurezza contro il quale si manifesterà sabato 31 gennaio; l'appuntamento per tutti è alle 14 a piazzale Aldo Moro.

Vi ricordo che potete chiedere in qualsiasi momento una copia del ddl originale contattandoci.

Leggi tutto...
 
Pacchetto sicurezza
Approfondimenti - Normativa
Martedì 27 Gennaio 2009 11:28

Dopo un lavoro di ricerca approfondita, si è riusciti a ritrovare il testo nudo e crudo del dl 733 che verrà discusso mercoledì 28/01 in un'iniziativa a Lettere (troverete tutte le informazioni qui).
Per problemi tecnici non è al momento possibile allegarlo sul sit, ma chiunque ne volesse una copia può mandare una mail di richiesta dalla sezione Contattaci : invieremo nel minor tempo possibile!!!

 

 

 
Giovedì 29/01: appuntamento in G53
Comunicati - Comunicazioni
Lunedì 26 Gennaio 2009 00:36
Eccoci qui, pronti per dire la nostra!
Come sapete, non ci si incontra più in aula M1 (ricordiamoci della derattizzazione fantasma), ma come punto di riferimento per ora abbiamo l'aula G53, nella quale questo giovedì alle ore 17 si discuterà il seguente ODG:
  • lettura e analisi del pacchetto sicurezza
  • stesura del volantino per la manifestazione del 31.01
  • metodologia di informazione in facoltà
  • varie ed eventuali
La manifestazione del 31 gennaio contesta appunto il pacchetto sicurezza (di cui appena possibile metteremo a disposizione l'analisi), che contiene nuove norme quanto meno discutibili per un Paese democratico.
Colgo l'occasione per invitare chiunque abbia considerazioni/osservazioni da fare non solo è libero di farle, ma anzi è invitato cortesemente a farlo nel modo più libero possibile, con qualsiasi mezzo (ovviamente la presenza fisica ha il suo fascino in più..).
Vogliamo partecipazione, nuove proposte: Quaroni in Movimento non è un gruppo per pochi eletti, ma di studenti come tutti gli altri che si propongono di operare utilmente per la Facoltà!
Vi lascio con questa considerazione.
Quaroni in Movimento
 
Appello di partecipazione ai tavoli di autoriforma dell'università
Comunicati - Comunicazioni
Martedì 11 Novembre 2008 20:29

L’ONDA PREPARA LA GRANDE MAREGGIATA!

Appello della Sapienza Occupata per l’Autoriforma dell’Università

 in vista dell’assemblea nazionale dell’Onda del 15 e 16 novembre.

 

Abbiamo attraversato settimane di intensa mobilitazione, che hanno visto la partecipazione di migliaia di studenti e precari di tutte le università, nelle occupazioni, nelle manifestazioni spontanee, nei blocchi dei nessi produttivi nelle città. La parola d’ordine, che ha viaggiato con la rapidità della propagazione delle onde, «Noi la crisi non la paghiamo!», è l’espressione di un’intelligenza collettiva che si forma nelle lotte ed esprime completa il rifiuto a pagare i costi della crisi globale. Da più di un mese assistiamo al crollo sistematico delle borse mondiali, preludio alla vera crisi, quella dell’economia reale. Chi è sopravvissuto fino ad oggi indebitandosi con le banche sarà esposto al rischio di perdere da un lato la capacità d’acquisto e dall’altro la fonte principale di finanziamento dell’apparato produttivo e industriale. In Italia la risposta del governo è chiara: racimolare soldi tagliando indiscriminatamente la spesa pubblica per sostenere il sistema bancario.

La legge 133 prevede infatti una serie di provvedimenti volti a “razionalizzare e ridurre la spesa e il debito pubblico”. Tra i settori che più vengono colpiti da tagli e privatizzazioni ci sono scuole, università e ricerca. Infatti, insieme alla drastica riduzione del personale, si prevede la possibilità per gli atenei di trasformarsi in fondazione di diritto privato, cancellando così il carattere pubblico dell’istruzione come sancito dalla Costituzione.

 

Leggi tutto...
 
Finalmente gli studenti costruiscono l'università!!!
News - Eventi
Martedì 11 Novembre 2008 20:13
UNITEVI AI TAVOLI DI AUTORIFORMA PER L'UNIVERSITà SABATO 15 E DOMENICA 16 NOVEMBRE: LEGGI L'APPELLO DELLA SAPIENZA!
Finalmente gli studenti costruiscono l'università!!!
Comincia il lungo lavoro degli studenti in mobilitazione impegnati nel progetto dell'autoriforma dal basso. Dopo la discussione svolta stamattina 11 nov nell'atrio di flaminio in cui è emersa la necessità per tutti gli studenti di parlare dei problemi della propria facoltà e dell'università pubblica in generale,si invitano tutti gli studenti della facoltà di architettura "l.quaroni" a partecipare ai tre tavoli di discussione che si terranno nelle due sedi di flaminio e di gianturco,ognuno dei quali riguardante una tematica fondamentale per il funzionamento della pubblica istruzione italiana,già in crisi da anni.
Leggi tutto...
 
NO 133
Cronaca - Gli Altri
Lunedì 03 Novembre 2008 22:23

 

Una settimana dopo l’adunata del PD, sono gli studenti universitari a riempire il circo massimo. Non di persone, la macchina organizzativa è molto più esile, spontanea, quasi innocente; a riempire l’arena è la luce di centinaia di candele, che, effimere se sole, insieme trovano la forza per lanciare un messaggio chiaro e potente: “NO 133” è quello che si legge fin dal Palatino. Mezz’ora per diffondere il messaggio ai passanti, mezz’ora per le foto (apparse sui quotidiani nazionali), qualche slogan e un’altra occasione di comunione in questa lotta che comincia a dare i suoi frutti.

 

Leggi tutto...
 
Lettera aperta al Preside
Comunicati - Comunicati Stampa
Martedì 28 Ottobre 2008 01:34

Spett.le Preside Prof. Barbera,

 

l'assemblea di Quaroni in Movimento tenutasi nella giornata di oggi, lunedì 27 ottobre 2008, dalle ore 22:00 presso l'aula M1 di Borghetto Flaminio ha constatato diverse discrepanze tra quanto da Lei dichiarato durante la riunione di venerdì 24 e quanto concretamente attuato.

Senza entrare in questione di processi alle intenzioni ci troviamo tuttavia a doverle sottoporre il diffuso malumore emerso in seguito allo slittamento della convocazione del Consiglio di Facoltà, unitariamente percepito come urgente e necessario da tutta l'assemblea.

Il suddetto Consiglio, promesso per oggi, lunedì 27 ottobre, doveva definire la posizione ufficiale della Facoltà in merito alle iniziative legislative del Governo in materia di Scuola e Università in discussione al Senato della Repubblica nella giornata di martedì 28 ottobre. 

L'ambiguo slittamento della convocazione denota essenzialmente la mancanza di determinazione nel prendere posizioni a livello istituzionale in merito alle gravi conseguenza che il disegno normativo metterebbe in atto. 

 

Va inoltre sottolineato che la mancata convocazione per oggi del Consiglio non favorisce una azione sinergica fra movimento e Istituzione universitaria.

Riteniamo importante evidenziare l'inopportuna decisione di indire il Consiglio in concomitanza con l'iniziativa di Didattica Alternativa. La sovrapposizione degli eventi comporterà l'assenza di quella parte del corpo docente che, appoggiando attivamente la mobilitazione, si troverà impegnata nello svolgimento delle lezioni in piazza.

 

Per quanto riguarda la concessione di un'aula per l'organizzazione della mobilitazione e per le iniziative della giornata di martedì, siamo costretti a ricordarLe che si era impegnato ad ufficializzare nel corso del Consiglio stesso la concessione di uno spazio. La Sua condotta lascia intendere che abbia deliberatamente ignorato l'urgenza delle circostanze di operatività organizzative.

Chiediamo pertanto  l'uso a tempo indeterminato degli spazi di Borghetto Flaminio, nello specifico le aule M1/M2 e servizi annessi.

 

Nel contesto delle nostre osservazioni ci sembra quasi di infierire nel ricordarle l'atteggiamento che la Facoltà di Valle Giulia sta tenendo nei confronti della mobilitazione.

 

L'assemblea di Quaroni in Movimento, nella serata di oggi, ha inoltre approvato la richiesta di blocco delle attività didattiche per la giornata nazionale di mobilitazione di giovedì 30, da intendersi come segnale forte di dissenso da parte della Facoltà intera, studenti, personale docente, non docente e tecnico/amministrativo nei confronti delle iniziative del Governo.

 

Nella speranza che a promesse seguano fatti concreti, rimaniamo in attesa della Sua posizione ufficiale in merito alle questioni sollevate.

 

Cordinamento Comunicazione - Quaroni in Movimento,

Martedì 28 ottobre 2008 ore 02:31, aula M1.

 

 
DL 112 Legge 133: legislazione dello sfacelo
Approfondimenti - Normativa
Sabato 25 Ottobre 2008 23:40

Un primo spunto sulla questione normativa...

Il nuovo governo, approfittando dell'estate, ha approvato il 25 giugno con la fiducia un decreto (poi legge 133) che modifica profondamente la struttura dell'università:
1. Ci sarà un taglio di 500 milioni di euro in 3 anni alle università. per alcuni atenei questo potrebbe significare la chiusura.
Altrimenti:
2. Con il nuovo decreto le università pubbliche potranno scegliere se diventare fondazioni private o meno.

PERCHÈ DOVREBBERO DIVENTARE FONDAZIONI PRIVATE?
3.Per riuscire a finanziarsi aumentando le tasse agli studenti, che non avrebbero più un limite di legge. Le tasse infatti potrebbero aumentare a dismisura, anche raggiungendo i 6-7000 euro l'anno, sul modello delle università americane.
Inoltre le fondazioni verrebbero finanziate da enti privati, comead esempio le industrie farmaceutiche (forse le sole a poterselopermettere), e tali enti finirebbero per tagliare le gambe a tutti quei settori universitari e di ricerca che non rientrano nei loro interessi.
Ma soprattutto sarebbero le ricerche a venir danneggiate pesantemente, non più spinte dal puro interesse culturale e sociale, ma dai fondi messi a disposizione e dalle commissioni dirette degli enti stessi!!

E IL FUTURO?

4. Università di serie A e di serie B in base alle disponibilità economiche degli studenti, quindi titoli di studio dal differente peso e possibile perdita del valore legale di questi.
I collettivi dei vari atenei organizzeranno assemblee perapprofondire le conseguenze dei cambiamenti in atto, portati avanti da governi sia di destra che di sinistra di anno in anno, che minacciano quella che DOVREBBE ESSERE una UNIVERSITÀ LIBERA PUBBLICA E DI MASSA.
Gli studenti, i ricercatori e i professori si stanno già muovendo e i corsi quest'anno non partono per protesta, ma un problema così grave è ancorapoco conosciuto.
Infatti il problema più grave è che nessuno sa niente, i media non ne hanno parlato, se non per screditare a titolo di 'minoranza' chiunque abbia protestato contro questo assurdo disegno di legge!
Dobbiamo riuscire a bypassare il muro dei giornalisti e delle televisioni controllate da questo governo (maggioranza + opposizione, sia chiaro!!) per far sapere, perché tutto questo non passi indifferente!!

AIUTACI! L'UNIVERSITÀ NON È SOLO DEGLI STUDENTI MA DI TUTTI!!!!

FAI GIRARE QUESTA MAIL A TUTTI I TUOI CONTATTI, anche se non studenti, è importante che tutti sappiano e se ne parli!!

DOCUMENTO UFFICIALE: il decreto legge 112/08 articolo 16 Gazzetta Ufficiale (http://www.camera.it/parlam/leggi/decreti/08112d.htm )

Il decreto è già stato pubblicato da più di un mese sulla Gazzetta Ufficiale quindi È GIÀ LEGGE!


Aiutaci a mobilitare tutti perché questo decreto potrebbe cambiare irrevocabilmente l'assetto dell'istruzione italiana e quindi del Paese.

..UN POPOLO IGNORANTE E' PIU' FACILE DA COMANDARE!!...noi non diventeremo le loro pecore!!..

 

Login

Newsletter

Per essere senpre informato basta controllare la tua casella e-mail. Iscrivi alla newsletter.